18 settembre: Recruiting Day al CFP Cnosfap Agnelli

Il 18 settembre ospiteremo presso il nostro CFP il CNC Contest Young Edition 2019, organizzato da Randstad in collaborazione con alcune prestigiose aziende del settore meccanico. Vuoi saperne di più? Ecco qualche info sul Recruiting Day e il flyer scaricabile con tutti i dettagli per la partecipazione:   Partecipa al recruiting day che si terrà mercoledì 18 settembre dalle 9,30 alle 13 presso il Cnos-fap Agnelli di Torino e scopri il nostro corso di formazione gratuito* per addetti alla programmazione su tornio CNC realizzato in collaborazione con Siemens e con Officine Vica, Dana Oerlikon, Torneria Serra e le aziende del Tavolo della Meccanica Piemonte. Il corso si svolgerà presso il Cnos-fap Agnelli di Torino dal 30 settembre al 25 di ottobre per una durata di 160 ore con orario full time. VOLANTINO_RD_CNC CONTEST_torino

Quality Pro con SCANIA all’Agnelli

Cielo triste ed atmosfera novembrina oggi in Corso Unione Sovietica, 312 all’Istituto Internazionale E. Agnelli, di cui il CFP fa parte ormai da 20 anni. Ma a creare l’atmosfera ci pensano i 40 ragazzi del settore automotive accompagnati dai loro formatori e dal capo settore Roberto Tafuro, e soprattutto i Tecnici di Scania, Giuliano Franco e Attilio Teotino della Orta Diesel di Rivalta. Grazie al Progetto Progetto QUALITY PRO sono presenti con una motrice nuova di zecca a spiegare loro tutti i segreti per poter intervenire su un mezzo così complesso, in cui la tecnologia è ormai una miscela di meccanica, motoristica, pneumatica ed elettronica, tutto ciò che serve per rendere docile una macchina di così grandi dimensioni che deve trainare un rimorchio il cui insieme è conosciuto con l’acronimo di TIR. “Essere in grado di ripararlo è una professione che comprende sia le abilità teoriche e pratiche per intervenire su questa tipologia di macchina, ma anche le competenze per accogliere il proprietario, al quale dovrà essere spiegato tutto nel migliore dei perché per riparare il guasto dovrà affrontare una spesa importante” sottolinea il driver Attilio che guida la motrice con la stessa facilità di chi guida una cinquecento. Il tecnico Franco, mentre spiega gli aspetti tecnici trasferendoli dalla proiezione sullo schermo alla realtà della motrice con la cabina ribaltata, ribadisce l’importanza dell’impegno necessario per poter diventare un bravo “meccanico” anche in questo settore molto particolare: “Bisogna avere passione, tanta passione. Voglia di studiare e provare e riprovare. Non è facile individuare un guasto tra i vari componenti e il pc con il suo software specialistico non è in grado di risolvere tutti i problemi. I valori che registra danno solo delle indicazioni di scostamento dai parametri normali, ma poi quale sia il componente o le parti su cui intervenire è compito dell’uomo scoprirle.” Continua: ”Formiamo noi direttamente gli addetti che operano in oltre 100 officine specializzate e quindi sappiamo perfettamente cosa cercare quando facciamo un colloquio di lavoro. Prima di tutto il rispetto umano, perché a partire da questo e dalle competenze che ha maturato nel suo percorso formativo, possiamo costruire una squadra in grado di operare con successo: insomma il singolo a servizio del team!” Questa è la mission di QUALITY PRO, come leggiamo anche dal sito, nato dalla strettissima collaborazione tra DBInformation e CNOS-FAP, dal voler costruire insieme forme di comunicazione e conoscenza: un percorso che vede nel diffondere e trasmettere il valore della qualità in tutti i suoi ambiti la strada maestra da percorrere, per lasciare una traccia concreta di quanto la valorizzazione della qualità sia elemento da cui partire per lo sviluppo e la salvaguardia di un intero settore, trasferendola direttamente sul campo, dalle aziende ai giovani, e rendendola elemento strutturale e trainante dell’educazione culturale e professionale dei ragazzi. Erika Naretto, direttore del CFP Torino-Agnelli, non ha avuto alcun dubbio nel far partecipare i suoi ragazzi, nonostante la notevole mole di lavoro che tutti stanno sostenendo in questo periodo in cui l’anno volge al termine ed è in particolar modo impegnata con i colloqui di preiscrizione per definire i gruppi dell’anno 2019-20. “Occasioni come queste – sottolinea – servono ai ragazzi per conoscere i vari aspetti della professione alla quale si stanno preparando. Servono a far conoscere il CFP come un luogo di formazione in linea con le tecnologie e le necessità del mondo del lavoro attuali. E servono anche ad uscire dagli schemi giornalieri delle attività formative oltreché a permettere ai formatori un confronto con i tecnici che operano nel settore. Tutto questo è un valore aggiunto e ben vengano occasioni così. Da poco abbiamo concluso il Concorso Nazionale del CNOS FAP Settore Automotive, che abbiamo ospitato in aprile, mettendo a disposizione dei ragazzi provenienti da tutta l’Italia la nostra nuovissima officina. Grandi sforzi mirati a costruire le migliori opportunità di formazione per i ragazzi che frequentano già e per quelli numerosi che si stanno iscrivendo in tutti e tre gli indirizzi percorsi qualifica professionale: il meccanico dell’industria, il saldocarpentiere e il meccanico d’auto. E ricordo a tutti che la Formazione Professionale è finanziata da enti pubblici e gratuita per le famiglie”. Il cielo è sempre cupo ed inizia a piovere, ma i ragazzi si sono appassionati e rientrano in Aula Magna Don Bosco per concludere la spiegazione teorica, convinti di aver toccato con mano quello che potranno presto mettere in pratica.

“Fast and accurate”, il concorso nazionale Automotive all’Agnelli

  Si svolgerà proprio a casa nostra, dall'8 al 12 aprile, l'edizione 2019 del Concorso Nazionale CNOS-FAP del Settore Automotive. Il Centro di formazione Professionale Agnelli ospiterà nella sua nuova officina Tech Pro 2, inaugurata poche settimane fa, 17 ragazzi da tutti i centri di formazione d'Italia per una settimana ricca di eventi, sfide, cultura e attività, fino alla premiazione che si terrà venerdì. Tutte le info sul sito dei concorsi nazionali. Un benvenuto a tutti i partecipanti, gli accompagnatori e le aziende che parteciperanno al concorso e un grosso in bocca al lupo ai 17 allievi selezionati!

La lettera di don Claudio Belfiore per la festa di don Bosco

A tutti i nostri allievi/e,

alle loro famiglie

e ai docenti e formatori

 

Torino, 27 gennaio 2019

Carissimi giovani, genitori, educatori, docenti e formatori, questa lettera si colloca al centro dell’anno scolastico-pastorale, nel cuore dello spirito salesiano, nella settimana in cui festeggiamo il nostro caro Don Bosco. Tutto quello che siamo e facciamo si può riassumere in una delle sue frasi più famose: «Ho solo un desiderio: vedervi felici nel tempo e nell’eternità». Sono le parole di un educatore appassionato, di un uomo e di un prete che ha consacrato tutta la sua vita alla piena e totale felicità dei giovani. Cari ragazzi e cari giovani, vogliamo che il desiderio di Don Bosco sia il desiderio dei salesiani, dei docenti, dei formatori, dei genitori, di tutte le figure adulte che camminano con voi e a cui il Signore vi ha affidati. Lo so, ci stiamo prendendo un impegno. A dir il vero rinnoviamo il nostro impegno, proprio in occasione della festa di Don Bosco. Perché questa missione ci è già stata affidata e noi l’abbiamo accettata: nel giorno della professione e ordinazione sacerdotale, in occasione dell’assunzione come docenti, formatori ed educatori all’Agnelli, quando siete nati e i vostri genitori hanno desiderato per voi una vita bella e felice. Ci siamo presi un impegno, e non ci tiriamo indietro. Come Don Bosco diciamo: fino all’ultimo mio respiro! Caro ragazzo/a e caro giovane, desideriamo e vogliamo la tua felicità. Cerchiamo di fare del nostro meglio per riuscirci, consapevoli dei nostri limiti. Per questo faccio mie le parole di Papa Francesco: «per favore, non dimenticarti di pregare per noi». Abbiamo bisogno della tua preghiera, per fare bene quello che dobbiamo fare. E il nostro impegno di adulti per la tua felicità? Per prima cosa ci impegniamo a pregare per te, per ognuno di voi. E ti assicuro che non è poca cosa. Don Bosco lo spiegava in questo modo: «Mia madre mi ha insegnato che quando si prega, da due grani nascono quattro spighe; se invece non si prega, da quattro grani nascono due spighe sole». Vuoi sapere perché oggi c’è carenza di felicità? Perché c’è poca preghiera! E poi, caro ragazzo/a e caro giovane, vorrei condividere con te un'altra riflessione. Prova a pensare: perché ti chiediamo di impegnarti a scuola, di essere fedele al tuo dovere, di non essere pigro nel giocare e nel fare i compiti? E perché ti diciamo di dare tempo alla preghiera e a Gesù, di essere rispettoso dei tuoi compagni, di non cadere nei vizi dell’alcool, del fumo e del facile divertimento? Perché vogliamo la tua vera felicità, non quella che prima ti illude e poi ti lascia l’amara delusione di non essere più te stesso e il tormento del male che ti sei fatto e hai fatto ad altri. La felicità è una cosa seria. Non è “sballarsi” o “fare i fighi”. La vera felicità tiene e permane anche nei momenti difficili e di fronte all’impegno e al sacrificio. Anzi, in queste occasioni essa aumenta d’intensità e trae forza dalle situazioni avverse. Vuoi fare un regalo a Don Bosco? Sii felice! Vuoi fare un regalo a te stesso? Fidati di Don Bosco! Ti insegno un modo per capire se sei sulla strada giusta: se ascoltando il tuo cuore puoi dire che sei felice, procedi tranquillo. Noi adulti pregheremo per te e ci daremo da fare perché tu sia «felice nel tempo e nell’eternità». Sempre. Don Claudio Belfiore Direttore

Open day e inaugurazione, un grande successo

Sabato si è svolto il terzo open day all'Agnelli e alle 12 è stato inaugurato il laboratorio automotive, le nuove officine don Bosco. Grande presenza degli allievi, delle famiglie, delle aziende e delle istituzioni in una giornata che ha visto nascere un nuovo spazio di formazione per gli allievi del CFP. Un grazie anche ai giornalisti e fotografi presenti! La parola alla direttrice del centro, Erika Naretto: "Ieri (sabato, ndr) una scarica di adrenalina ha attraversato il CFP AGNELLI! Abbiamo lavorato tanto e siamo soddisfatti della riuscita di una mattina di Open Day importante...perché abbiamo accolto 20 nuovi ragazzi iscritti per il prossimo anno...e soprattutto siamo felici di aver inaugurato un nuovo spazio, accogliente e tecnicamente avanzato come la nuova Auto officina Don Bosco, in cui i nostri allievi potranno imparare in sicurezza e diventare i meccanici del futuro, secondo gli insegnamenti di S.Giovanni Bosco. Grazie a tutti i miei colleghi del Settore Automotive, inclusi i neo pensionati, per il lavoro e la dedizione di questi mesi per raggiungere questo bel traguardo. Grazie a voi Ragazzi, che siete stati eccezionali come sempre e ci avete supportato per realizzare questo nuovo spazio, dedicato ad ognuno di voi. E grazie a Don Claudio Belfiore, che è sempre al nostro fianco quando c’è una sfida da vincere. Grazie a Don Enrico Peretti che è arrivato da Roma per fare il tifo per noi. Grazie al Dr. Vito Matera del Progetto Tech Pro 2 e al Dr. Vincenzo Giaccone per la loro presenza e per aver creduto nel CFP AGNELLI quando ancora era agli albori. Grazie alle Istituzioni Regionali e Metropolitane, rappresentate ieri dall’Assessore Regionale Gianna Pentenero e dal Consigliere Delegato alla FP della Città Metropolitana di Torino Dr. Dimitri De Vita, per la loro presenza di sabato mattina (!!!) e per il sostegno che forniscono alla Formazione Professionale che in Piemonte è un’eccellenza. Grazie alla nostra guida, spirituale e non solo, il nostro Ispettore Don Enrico Stasi, per aver sostenuto i progetti di sviluppo del CFP all’interno dell’Istituto Internazionale Edoardo Agnelli. Un obiettivo raggiunto per continuare a crescere insieme e a migliorare, ma nuove sfide ci aspettano: il rifacimento del Settore Saldocarpenteria nel 2019. Investimenti importanti per vincere la Sfida più importante: formare Buoni Cristiani e Onesti Cittadini. Oggi riposiamo...da domani si riparte!"  

SAL DAY 2018 all’Agnelli

Si è conclusa ieri alle 20.30 la lunga e proficua giornata del SAL DAY, iniziata già dal mattino e proseguita con diversi appuntamenti e incontri con le aziende. In mattinata gli orientatori hanno presentato nelle classi le attività della giornata, raccontando l'iniziativa del Job Labirinth e spiegando agli allievi del CFP le iniziative della giornata. Alle 15, in teatro, i ragazzi hanno avuto l'occasione di incontrare alcune aziende del territorio che hanno portato le loro testimonianze sull'esperienza dell'apprendistato duale. E' stata anche l'occasione per comunicare ad un nostro allievo del IV anno che verrà assunto come apprendista subito dopo l'esame. Un'emozione forte per lui ma anche la prova concreta che la formazione professionale lavora a stretto contatto con il tessuto produttivo del territorio e con l'obiettivo di inserire i suoi allievi nel mondo del lavoro. Alle 16.30 è stato il momento dello speed date: diverse aziende del settore automotive e della meccanica industriale hanno incontrato più di 30 ragazzi in colloqui brevi e mirati. Alle 18.30 infine l'incontro di presentazione delle attività dello sportello e del centro tenuto dal direttore del centro Roberto Cavaglià e dal responsabile SAL Giovanni Capriglia. Abbiamo salutato le aziende presenti con un rinfresco finale, in collaborazione con il centro di Valdocco che ringraziamo per aver curato il catering. Ecco qualche foto della giornata. Al prossimo SAL DAY!

Al via i Campionati di tornitura al CFP Agnelli

Al via i Campionati di tornitura al CFP Agnelli con la Randstad Cnos Cup con la tappa del 16 maggio 2017.

Save-Cnos-Cup-2017

Durante la mattinata di martedì 16 maggio i nostri studenti di meccanica industriale si sfideranno in un esercizio di programmazione CNC su tornio con l'arbitraggio imparziale di Randstad. Di seguito il programma della giornata : 10.00 accoglienza 10.30 verifica su programmazione CNC 11.30 correzione prove 12.00 breve presentazione a cura di Randstad sul tema Apprendistato in somministrazione - Q&A 12.30 proclamazione dei migliori tornitori 12.45 light lunch

In bocca al lupo agli studenti! L'invito è aperto a tutte le aziende che hanno collaborato e collaborano con il nostro CFP ospitando i ragazzi in stage e in tirocinio.

Numeri uno!

Il primo premio del settore automotive: Marco Actis, allievo dell'Agnelli

Il primo premio del settore automotive: Marco Actis, allievo dell'Agnelli

Si chiuderà domani con la cerimonia di premiazione il “Concorso Nazionale dei Capolavori dei Settori Professionali” del settore Automotive, svoltosi a Torino Valdocco, ma c'è già un vincitore: MARCO ACTIS, alllievo del terzo anno di meccanica auto del CFP Agnelli. Complimenti a Marco e ai formatori che hanno lavorato con lui in questi tre anni. I concorsi nazionali, ormai all'undicesima edizione, vedono i centri di formazione confrontarsi in sette settori professionali e in tre aree trasversali. I settori professionali sono quelli di Meccanica macchine utensili, Elettrico,  Meccanico d’auto, Grafico, Ristorazione, Energia e Serramentisti mentre le tre aree trasversali vi sono le prove Matematico Scientifiche, Culturali e Informatico-digitali. Il “Concorso Nazionale dei Capolavori dei Settori Professionali” è un’iniziativa che si propone tre obiettivi principali:
  • stimolare gli allievi dei CFP della Federazione CNOS-FAP a misurarsi su una prova, elaborata di intesa con le imprese del settore, che rispecchia le competenze che l’allievo deve raggiungere al termine del percorso formativo;
  • promuovere il miglioramento continuo del settore e del singolo CFP della Federazione CNOS-FAP, soprattutto dal punto di vista tecnologico e della cultura d’impresa;
  • approfondire e consolidare il rapporto con il mondo del lavoro tramite le imprese del settore.
Insomma si tratta di valorizzare l'eccellenza di ogni settore professionale, e quest'anno siamo orgogliosi di poter dire che una di queste eccellenze arriva dal nostro centro di formazione professionale. Bravo Marco! IMG_3193 IMG_3194

Un “Buongiorno” speciale all’Agnelli: l’incontro con don Vincenzo Rosso.

IMG_0278 Questa mattina, mercoledì 30 novembre, don Vincenzo Rosso, diacono prossimo al sacerdozio, ha raccontato la sua esperienza ai ragazzi della formazione professionale dell'Agnelli. Tanti i momenti importanti del suo percorso che lo hanno portato alla scelta della vita consacrata salesiana: dal calcio professionista all’animazione in oratorio, dall’esperienza missionaria, che gli ha dato una maggiore consapevolezza, alle uscite con gli amici: tanti incontri importanti ma anche le difficoltà di essere un giovane come tanti altri! Sono tre gli aspetti importanti che don Vincenzo sottolinea:
  1. Fare qualcosa per gli altri: è sempre un’esperienza bella mettere a disposizione delle persone le proprie qualità. “Nell’animazione ho scoperto un senso di gratificazione che non avevo mai provato”.
  2. Fidarsi: la società ci dice che dobbiamo e possiamo essere quello che vogliamo, ci sono tante persone che ci circondano ma solo di alcune di loro ci si può fidare veramente. Ma fidarsi vuol dire anche essere accompagnati. “I salesiani e i formatori sono qui per voi!”
  3. Imparare a dire dei NO: nella vita non bisogna per forza provare tutto. “Essere capaci di dire di no significa essere maturi”.
Nel ringraziare don Vincenzo per la sua intensa testimonianza di fede, lo affidiamo a Maria Ausiliatrice affinché possa essere un modello per i tanti giovani che incontrerà nella sua vita da sacerdote. Per chi volesse condividere questo momento importante con don Vincenzo, l’appuntamento è per SABATO 10 dicembre alle 15 nella Basilica di Maria Ausiliatrice (piazza Maria Ausiliatrice, Torino) per l’ordinazione sacerdotale. GRAZIE e BUON CAMMINO! IMG_0274 IMG_0275

L’Agnelli e il metodo di don Bosco, l’intervista alla Voce del Popolo

Head articolo VdP "Oggi don Bosco farebbe così" titola la Voce del Popolo in un articolo uscito settimana scorsa e che punta l'obiettivo proprio sulle attività del nostro centro di formazione professionale e della casa salesiana Agnelli. Uno scorcio sul lavoro che tutti i giorni i salesiani e i formatori dell'Agnelli portano avanti insieme ai ragazzi nel percorso della formazione professionale. Qui l'articolo completo: Articolo_Voce_del_Popolo